Sito creato da Puntomedia servizi web
 

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D.Lgs 231/2001

Il Decreto 231/2001

Il Decreto ha introdotto per la prima volta nell’ordinamento italiano la disciplina della responsabilità amministrativa derivante da reato delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni.
Ai sensi di questa normativa, una società può essere riconosciuta direttamente responsabile, e condannata ad una sanzione tra quelle previste dalla disciplina, se un soggetto che ha la rappresentanza o la gestione della società, oppure un sottoposto,  commette determinati reati nell’interesse o a vantaggio della società stessa. Le sanzioni previste sono pecuniarie, interdittive, di confisca e di pubblicazione della sentenza. Perché sia riconosciuta la responsabilità della società, il reato commesso deve essere specificatamente indicato nel Decreto.
Il Decreto prevede anche le modalità di esonero dalla responsabilità, anche nel caso in cui siano riconosciuti i punti sopra menzionati. Per essere considerata esente da responsabilità, la società deve dimostrare che ha elaborato, ed ha efficacemente attuato, un modello organizzativo idoneo a prevenire i reati previsti e che ha istituito un organismo con poteri autonomi di controllo e vigilanza.

 

Supporto alla realizzazione del Modello Organizzativo

 

  Impostazione modello, consulenza e supporto per la realizzazione

  • progettazione del piano operativo di dettaglio
  • redazione  dei protocolli per la formazione ed attuazione delle decisioni
  • supporto per la definizione delle procedure necessarie per regolamentare lo svolgimento delle attività prevedendo opportune misure di controllo
  • formazione del personale  
  • redazione e supporto all’attuazione del Modello Organizzativo che, alla luce delle prescrizioni di legge e in considerazione della sua funzione, si compone dei seguenti elementi fondamentali e interdipendenti:
  1. Codice Etico.      
  2. Sistema di protocolli e procedure interne per la prevenzione del rischio di reato. 
  3. Organismo di Vigilanza interno con il compito di vigilare sull’osservanza e il funzionamento del Modello nel suo complesso e di curarne l’aggiornamento.   
  4. Sistema sanzionatorio relativo all’inosservanza del Modello.    
  5. Mappa dei poteri conferiti

 

Supporto legale

Eidos Consulting mette a disposizione il proprio Servizio Legale per l’approfondimento e l’analisi delle fattispecie di reato potenziale previste dalla normativa, delle possibili modalità attuative dei reati e di valutazione delle soluzioni adottate:

  • Corruzione e concussione
  • Truffa aggravata ai danni dello Stato
  • Frode informatica ai danni dello Stato
  • Reati in tema di erogazioni pubbliche
  • Reati con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico
  • Reati contro la personalità individuale
  • Pratiche di mutilazione degli organi genitali femminili
  • Reati societari
  • abuso di mercato
  • Criminalità organizzata transnazionale
  • Omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime, commessi con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell'igiene e della salute sul lavoro
  • Ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita
  • Delitti di criminalità organizzata
  • Delitti contro l'industria e il commercio
  • Delitti in materia di violazione del diritto d'autore
 


up

 

 


  EIDOS CONSULTING s.r.l.
Sede Legale: Via Giannini 26 - 61045 PERGOLA (PU) - Telefono e Fax 0721 736676/739308
Via Rugabella 1 - 20122 MILANO - Telefono e Fax 02 80581798
 P.IVA 01491940415 - CCIAA PU - Cap.Soc. 10.000€ i.v. - REA 146164
info@eidosconsulting.it